Statuto dell'Associazione

 

Denominazione - Sede - Scopo

Art. 1 - E` costituita l'Associazione di promozione sociale “Tutela dell’ ambiente: un dovere comune universale”.

Essa è retta dal presente statuto, dalla Legge 383/2000 oltre che dalle altre vigenti norme, anche regionali (L.R. 1/2008), in materia di enti associativi non commerciali.

Art. 2. - Essa ha sede nel Comune di  Barni (CO)

L’Assemblea dei soci, con propria delibera, ha la facoltà di istituire e sopprimere sedi operative e sezioni staccate, nonché aderire ad altre associazioni od enti quando ciò torni utile al conseguimento dei suoi scopi sociali.

Art. 3. – L’Associazione non ha scopo di lucro e persegue i seguenti scopi finalizzati allo svolgimento di attività di utilità sociale a favore dei propri associati o di terzi. Lo spirito che la anima è ampiamente illustrato nel giornalino “Sussurro” della Parrocchia di Barni, agosto 2008, che viene allegato al presente Statuto.
In particolare:

  1. Stimolare l’approccio all’ambiente di media montagna secondo motivazioni umane e cristiane, riscoprendo e facendo crescere la sua identità specifica.
  2. Aumentare il senso di corresponsabilità per uno sviluppo possibile e per la conservazione dell’ambiente di media montagna, valorizzando le risorse locali, favorendo la coltivazione di prodotti tipici e salubri, con tecniche tradizionali e/o moderne ma naturali, mantenendo tradizione, cultura e vocazione propria del contesto ambientale.
  3. Dare dignità al montanaro che compie lavori umili, faticosi, ma utili alla conservazione dell’ambiente.
  4. Coltivare lo spirito di solidarietà tra piccoli produttori e consumatori.
  5. Favorire un turismo minore, occasione di salute fisica e crescita dello spirito.
  6. Lavorare la terra, attività considerata come un dovere, per conservare e valorizzarne le risorse.
  7. Creare una cultura della pace attraverso piccoli gesti di solidarietà.

 

Nel raggiungimento di tali scopi l’Associazione si propone di:

 

a)       favorire la solidarietà tra consumatore e produttore, garantendo l’acquisto dei beni prodotti, sotto forma di prenotazione o di quote.

b)       Produrre secondo la tradizione dell’ambiente in spirito d’amicizia; tale attività viene certificata dall’assemblea dei soci, anche con l’introduzione di un simbolo opportunamente creato.

c)       Far sentire il consumatore coinvolto nel sostenere lo sforzo di valorizzare l’ambiente, acquistando i prodotti e non lasciando solo il produttore, avendo peraltro il diritto di prelazione nell’ acquisto della produzione programmata.

d)       Tenere vivo lo spirito associativo e fornire le informazioni necessarie, attraverso un foglio informativo e altri mezzi di comunicazione anche di tipo informatico..

e)       Organizzare momenti di incontro, di riflessione e di preghiera per favorire lo spirito di amore alla terra e la solidarietà tra poveri.

f)         Organizzare una “giornata del ringraziamento”.

g)       Sviluppare ogni altra iniziativa idonea a raggiungere gli scopi dell’Associazione.

 

NOTIZIARIO "SUSSURRO" - agosto 2008